Fondi di caffè: come riciclarli

Chi in casa non ha le capsule, spesso si domanda come riciclare i fondi di caffè, soprattutto se preparato con la moka.

Molti sono gli utilizzi possibili dei fondi di caffè, soprattutto nelle diverse attività casalinghe. Vediamone alcune:

  • Come abrasivo naturale: trattandosi di microgranuli, sono molto utili come disincrostanti per pentole e padelle.
  • Sono assai utili per eliminare dalle mani l’odore di pesce, di aglio o di cipolla.
  • Sono indispensabili per ravvivare la lucentezza dei mobili, infatti se mescolati ad un po’ di acqua e passati sui graffi presenti sui mobili antichi, questi andranno a riempire le fessure.
  • Se asciugati, possono essere riposti in frigorifero all’interno di una scatolina per assorbire gli odori.

I fondi di caffè possono essere utilizzati anche nel giardinaggio:

  • Questi scarti alimentari sono adatti a concimare il terreno poiché lo rendono ricco di azoto, potassio, rame e magnesio. Sono particolarmente indicati per rose, azalee, camelie e rododendri.
  • Possono essere utilizzati come insetticida. Sono infatti ottimi per far allontanare le formiche dalla casa oppure dal giardino.

Infine, i fondi di caffè sono molto utilizzati anche nella cosmetica. Sono l’ideale per creare delle maschere di bellezza o degli impacchi anticellulite. Essendo formati, come già detto da microgranuli, diventano un perfetto scrub per viso e corpo, andando anche a stimolare le cellule grazie alla caffeina.