Trieste Coffee Experts

Nel 2014 abbiamo dato vita al primo Trieste Coffee Experts, il summit che riunisce a Trieste i protagonisti del caffè italiano.

Un’occasione di riflessione e confronto per affrontare i temi di maggior attualità che riguardano l’intero mondo della filiera del caffè.

 

Un evento che attraverso il dialogo permette di individuare il modo migliore di affrontare le sfide del mercato e pone l’accento sulla necessità di fare rete e favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze per incrementare le reciproche professionalità.

Trieste Coffee Experts rientra nel nostro impegno per valorizzare e promuovere la cultura dell’espresso di qualità: ideiamo eventi per favorire la nascita di sinergie fra i protagonisti del caffè italiano.


Trieste Coffee Experts 2019

21 settembre 2019

Coffee Destiny è il tema scelto per l’edizione 2019 del Trieste Coffee Experts. Sarà sviluppato attraverso l’analisi di tre tematiche principali:

— 1 FOURTH WAVE Probabilmente nessuno sa ancora con esattezza cosa sta per accadere al caffè nel mercato globale, ma quello di cui siamo certi è che la commodity in questione è stata inserita convenzionalmente all’interno di 3 onde storiche e sociologiche che segnano i suoi spartiacque nell’asse temporale. Sempre di più si parla ormai di “4a onda”; ci sono già delle previsioni sulle dinamiche che la caratterizzeranno, come ad esempio il concetto di “Comunità globale” che vedrà come focus principale il rapporto tra le persone in un ambito di condivisione di conoscenze e di esperienze. Interessante inoltre considerare come il barista, figura centrale della “Third Wave”, debba ripensare o addirittura reinventare il suo ruolo in questa New Wave. I prossimi caffè ci verranno serviti da un drone in nuovi locali dalla “realtà aumentata”? Le nuove tendenze porteranno il consumatore ad ordinare il caffè verde con il suo smartphone direttamente dal produttore e tostarlo a sua volta per mezzo di nuove tecnologie accessibili? Cavalcare l’onda o farsene inghiottire?

— 2 DEGUSTO ERGO SUM Diverse sono le cronache riguardanti il Nero Elisir: dalla sua nascita in Etiopia, alla sua invasion e mondiale nel corso dei secoli, alle sue differenti forme di consumo… una delle cronache più affascinanti però è sicuramente quella legata all’evoluzione del suo gusto in tazza grazie alla ricerca scientifica di diversi operatori che, servendosi anche della tecnologia, hanno portato la bevanda ad “esplodere” a livello sensoriale. Operazioni svolte direttamente in piantagione e selezione accurata da laboratorio per quel che riguarda la scelta dei migliori chicchi, da pochi decenni ci stanno regalando assaggi esotici e meditativi. Partendo dal presupposto che la bevanda nervina in questione non smette mai di sorprenderci e ci offre oggigiorno svariate possibilità di abbinamento sensoriale fra diversi prodotti dell’agroalimentare: quali nuove emozioni sensoriali ci regalerà il caffè nel futuro?

— 3 AGGREGAZIONE CONTAMINAZIONE E SOSTENIBILITÀ Una delle parole sicuramente più avvincenti e speranzose degli ultimi tempi è “contaminazione”; con questo termine deve intendersi nella fattispecie il nostro impegno a condividere informazioni ed esperienze derivanti da più campi professionali con l’obiettivo di espandere la dote italiana del “saper fare”, sia esso inteso nell’arte di tostare un buon caffè, sia esso riferito alla cura tecnica ed estetica nel costruire capolavori dell’architettura moderna come le nostre macchine di caffè o i nostri macinadosatori; ma sicuramente in questo contesto uno degli aspetti più interessanti e proattivi è rappresentato dall’avvicinamento dei Paesi consumatori con i Paesi produttori del caffè con l’intento di incontrarsi e condividere le proprie conoscenze per una maggior trasparenza di filiera. Il comparto caffeicolo italiano è stato permeato anche da concorrenza spietata, ma le cose ultimamente sembrano cambiare in meglio e tutto ciò grazie a noi, coffeemen del nuovo millennio che abbiamo intuito l’importanza dell’aggregazione atta ad incrementare il proprio know-how.


 

Sponsor Platinum

 

Sponsor Gold

Media Partner

 

Trieste Coffee Experts 2017

 


Trieste Coffee Experts 2017


14.00
Registrazione
e caffè di benvenuto

14.30
INTRODUZIONE AI LAVORI

  • Franco Bazzara
    (Presidente Bazzara Srl)
  • Franco Iacop (Presidente
    del Consiglio Regionale FVG
  • Video di benvenuto
    di autorità e istituzioni locali

14.45
ESPRESSO/R/EVOLUTION

  • Giorgio Grasso (Consigliere di Amministrazione ARC)
    Evoluzione del mercato del caffè verde in Italia e all’estero
  • Paolo Levi (AD e COO Pacorini Silocaf
    Riflessioni sulla logistica del caffè verde
  • Luigi Odello (Presidente IIAC)
    La Revolution nel mondo è l’espresso italiano
  • Conte Giorgio Caballini di Sassoferrato (Presidente del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale)
    L’espresso italiano che entra a far parte del patrimonio dell’Unesco rappresenterebbe una tappa fondamentale nell’evoluzione culturale del comparto del caffè

15.45
Coffee break

16.15
BAR/R/EVOLUTION

  • Luigi Morello (Direttore MUMAC, Gruppo Cimbali)
    Nei luoghi dell’espresso la macchina del caffè si evolve in oggetto di culto
  • Segio Barbarisi (General Manager BWT Italia)
    La guerra del futuro sarà la guerra dell’acqua anche nei bar?
  • Flavio Urizzi (Export Manager Astoria)
    The Coffee Machine /R/Evolution

17.00
ACADEMY/R/EVOLUTION

  • Mauro Bazzara (AD Bazzara Espresso)
    Dai nuovi approcci alla formazione allo sviluppo dei nuovi centri formativi
  • Andrea Lattuada (Titolare 9 bar)
    Esperienza di un maestro formatore italiano in Cina
  • Cristina Caroli (Coordinatrice Nazionale SCA Italia)
    SCA, la grande voce della Coffee/R/Evolution: qualificarsi è il nuovo must

17.45
Anticipazione libro “Trieste Capitale del Caffè”

  • Fabrizio Polojaz (Presidente Associazione Caffè Trieste)

18.00
Coffee break

18.30
DIBATTITO

  • Moderatori:
    Franco e Mauro Bazzara
  • Considerazioni conclusive del Trieste Coffee Experts e commenti finali

19.00
Chiusura lavori

19.05
Interviste ai Presidenti

19.05
Buffet & Lounge Bar

  • Francesco Drusian (Winemaker)
    Un percorso moderno lungo la via della tradizione: Valdobbiadene Superiore Prosecco Docg
  • Accompagnamento musicale di Daniele Raimondi

21.30
Brindisi e saluto finale